Freeforumzone mobile

il vostro rapporto con la religione

  • Posts
  • ulisseitaca
    Iscriviti
    00 1/17/2015 8:49 PM
    il problema sta tutto qui

    "non sento"


    la fede non è un sentimento, ne un sentire, ne una sensazione

    ma un incontro

    e prevede anche la volontà

    poi c'è la libertà
  • OFFLINE
    maatilde
    Post: 2
    Post: 2
    Registered in: 1/17/2015
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    00 1/18/2015 9:14 AM
    ok
    ...e tutte le altre domande?
    Comunque forse mi sono espressa male, so che non è una sensazione ma non credo di poter iniziare a credere oggi solo perchè lo decido. Pregare un Dio non mi fa credere nella sua esistenza, anzi è il contrario... se credo nella sua esistenza, lo prego. Se non ho nulla che mi spinge a crederci, come faccio?
  • ulisseitaca
    Iscriviti
    00 1/18/2015 12:01 PM
    Quali domande?

    Ti poni domande su qualcosa o qualcuno che non senti, cioè non pecepisci??
    [Edited by ulisseitaca 1/18/2015 12:01 PM]
  • OFFLINE
    Justee
    Post: 3,539
    Post: 2,902
    Registered in: 8/27/2004
    Gender: Male
    Admin
    Vice Amministratore
    00 1/19/2015 10:03 AM
    Re:

    Ciao a tutti, sono nuova qua.



    Ciao e benvenuta


    Io non ho mai ricevuto alcuna educazione religiosa, perciò mi scuso in anticipo per la mia ignoranza in materia! Se proprio devo definirmi, direi che sono agnostica, ovvero non so e non sono in grado di dire se un Dio esiste o meno. Non credo di aver bisogno di andare in una chiesa per trovarlo, insomma secondo me la fede è un qualcosa che uno si deve sentire dentro, altrimenti che senso ha andare a messa, confessarsi..?




    Chiaramente come potrai capire il problema è l'origine , esempio tu fossi nata in paesi con fede islamica o buddista o induista non potresti neanche porti il problema
    detto questo il cristianesimo è quella fede che ti lascia libero di decidere e di scegliere , non esiste un modo per
    affidarsi a Dio tranne che trovarlo nella Bibbia


    Io al momento non lo sento, tutto qua. Però sono molto curiosa: come sentite voi Dio nella vostra persona? Come vi rapportate alla religione? Per farmi capire, conosco persone credenti a cui non piace la chiesa in quanto istituzione, altri che credono ma non vanno mai a messa, altri che invece vanno tutti i giorni ma poi hanno comportamenti contrastanti..



    ecco niente di più sbagliato , le persone DEVONO decidere dove stare , capire e approfondire da che parte stare
    l'andare a messa , confessarsi , qualsiasi altra pratica va affrontata e digerita
    E' anche vero che tutto non può essere giusto , giudizio aspetta a Dio


    E poi: sentite di poter definire qualcosa come "contrario/dannoso per la vostra religione"? Non parlo di comportamenti come uccidere - mi pare scontato - ma magari certi tipi di musica, o cose simili.



    Ci sono delle regole , vanno rispettate alla luce della Fede ma soprattutto alla Lettera della Bibbia


    Poi mi verrebbe da chiedere cosa ne pensate di alcune tematiche di attualità (anticoncezionali, aborto..) ma magari apro poi un altro topic, altrimenti questo diventa un'accozzaglia di argomenti :)



    Meglio


    «Il Mondo non sarà mai abbastanza vasto, né l’Umanità abbastanza forte per essere degni di Colui che li ha creati e vi si è incarnato»
    (P. Teilhard de Chardin, La vision du passé, in “Inno dell’universo”, Queriniana, Brescia 1995, p. 76)>>



  • ulisseitaca
    Iscriviti
    00 1/19/2015 11:10 AM
    ecco il punto: Il cristiano non ragiona "secondo me" analizza le vare proproste e poi prende in considerazione qualle che più gli aggrada, più è conforme al suo pensiereo e alal sua indole, o semplicemente comprende di più, il cristiano ragiona, pensa, vive secondo Cristo e la sua Chiesa.

5 / 5