Freeforumzone mobile

Materialismo o Ragione?

  • Posts
  • OFFLINE
    Tornelius
    Post: 613
    Post: 114
    Registered in: 4/5/2005
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Benvenuto
    00 9/23/2005 5:12 PM
    Non so se sia il caso di ragionare in una discussione dedicata alla scientismo, vale a dire alle credenze degli atei poste nell'acritica accettazione di dogmi da parte di persone vestite con camice bianco (un simile assoggettamento mentale di gran parte degli atei è riscontrabile anche nei confronti dei macellai). tenendo presenti le credenze atee, parliamo di materialismo e ragione, senza ignorare i concetti si scientismo e scienza, con quest'ultima intendiamo solo le scienze naturali, quindi lo studio degli oggetti volgari del tutto privi di ragione. tuttavia, da buon amante della verità, accetto l'anti-metodologia metafisica del dubbio totalmente posizionale, anche se non c'è bisogno di nominarla invana in questioni sul(non "del", sarebbe patetico) mondo della vita(dicasi altrimenti sovrastruttura).
    ora, supponiamo che io sia un archeologo o un paleontologo in una grotta preistorica e vi trovi incisa, su una parete, una scritta. per esempio:
    "Nel mezzo del cammin di nostra vita
    mi ritrovai per una selva oscura
    che la diritta via era smarrita".
    supponiamo anche che io dica ai miei colleghi:"in quella grotta, a causa dell’erosione dell’acqua, della solidificazione dei carbonati e dell’azione del vento, si è prodotta, per caso, la prima terzina della divina commedia".
    non mi prenderebbero per matto?
    eppure non avrebbero nulla da ridire se dicessi loro che si è formata per caso la prima cellula vivente, che ha un contenuto d’informazioni pari a 5.000 volte l’intera divina commedia.
  • OFFLINE
    libero1978
    Post: 2,050
    Post: 1,370
    Registered in: 2/4/2005
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Interessato Forum
    00 9/24/2005 1:01 PM
    Io non sono un grande lettore ma quello che leggo me lo ricordo.

    Sono sicuro di avere letto da qualche parte che quello che c'è scritto nella prima cellula è tutta la formazione del corpo dell'uomo compreso il cervello. E allora saranno ancora molto di più di 5.000 volte della divina commedia.

    Questo non lo dico perchè voglio contrastare al pensiero di Tornelius che invece trovo giustissimo.

    A no chiedo scusa a Tornelius, leggendo un'altra volta ho capito che non parlava della prima cellula dell'uomo ma alla prima cellula in generale, allora siamo proprio d'accordo.



    [Modificato da libero1978 24/09/2005 13.04]

  • OFFLINE
    1x2x
    Post: 535
    Post: 531
    Registered in: 2/17/2005
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Senior
    00 9/29/2005 3:21 PM
    Re:

    Non so se sia il caso di ragionare in una discussione dedicata alla scientismo



    Ciao Tornelius , vorrei intervenire perchè non ho capito bene ..diciamo subito che lo scienziato sicuramente può essere ateo ma anche molto credente


    vale a dire alle credenze degli atei poste nell'acritica accettazione di dogmi da parte di persone vestite con camice bianco



    chi sarebbero ???


    parliamo di materialismo e ragione, senza ignorare i concetti si scientismo e scienza



    lo scientismo è "fede e ragione" la scienza è qualcosa di diverso a priori


    , con quest'ultima intendiamo solo le scienze naturali, quindi lo studio degli oggetti volgari del tutto privi di ragione. tuttavia, da buon amante della verità, accetto l'anti-metodologia metafisica del dubbio totalmente posizionale, anche se non c'è bisogno di nominarla invana in questioni sul(non "del", sarebbe patetico) mondo della vita(dicasi altrimenti sovrastruttura).



    [SM=g27993] [SM=g27993] non l'ho capita


    ora, supponiamo che io sia un archeologo o un paleontologo in una grotta preistorica e vi trovi incisa, su una parete, una scritta. per esempio:
    "Nel mezzo del cammin di nostra vita
    mi ritrovai per una selva oscura
    che la diritta via era smarrita".
    supponiamo anche che io dica ai miei colleghi:"in quella grotta, a causa dell’erosione dell’acqua, della solidificazione dei carbonati e dell’azione del vento, si è prodotta, per caso, la prima terzina della divina commedia".
    non mi prenderebbero per matto?



    dipende , con i se o con i ma non arriviamo da nessuna aprte , credo che non saresti preso per matto ma la scienza quell'altra ti aiuterebbe tantissimo [SM=g28002]


    eppure non avrebbero nulla da ridire se dicessi loro che si è formata per caso la prima cellula vivente, che ha un contenuto d’informazioni pari a 5.000 volte l’intera divina commedia



    ma questo è il dilemma della scienza , dare un senso a tutti i perchè , mentre scientismo da già scontato che sicuramente Dio c'è a priori e dunque ti dice il come , il quando ma il Chi è già scontato [SM=x511451]

  • OFFLINE
    Zank
    Post: 1,175
    Post: 114
    Registered in: 11/14/2004
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Benvenuto
    00 10/22/2005 2:05 AM
    La Scienza si basa su teorie e non su dogmi, le ipotesi su come si è creata la vita sono teorie.
    Possono sembrare dogmi a chi non ha studiato e non studierà mai.

    Vi è mai capitato a scuola di trovarvi a studiare qualcosa di difficile, che non riuscite in alcuno modo a comprendere? cosa fate?
    A me è succede qualche volta, io dico scherzosamente ai miei amici: "Dogma!" e me lo imparo a memoria.
  • OFFLINE
    Tornelius
    Post: 613
    Post: 114
    Registered in: 4/5/2005
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Benvenuto
    00 10/26/2005 4:56 AM
    Re: Re:

    Scritto da: 1x2x 29/09/2005 15.21


    chi sarebbero ???


    purtroppo tanta gente dice si seguire la scienza, dichiarandosi persona razionali, senza accorgersi che dare un'accettazione aprioristica in qualcosa corrisponde proprio ad irrazionalità. ritengo inoltre che gli scienziati, notando questa potenza intellettiva che hanno nei confronti del popolo, ci abbiano ricamato parecchio su. effettivamente gli scienziati sono sempre esistiti, in antichità erano gli stregoni delle tribù. gli stregoni, pur avendo conoscenze superiori rispetto al popolo, hanno approfittato del loro status sociale per imporre determinate dottrine, la stessa cosa stanno facendo gli scienziati a causa di troppa gente che crede ciecamente alle loro parole. da qui la strada è poca per dar vita ad una religione scientifica, che io identifico con scientismo.



    lo scientismo è "fede e ragione" la scienza è qualcosa di diverso a priori


    sempre parlando di scientismo, devo dirti che questo termine lo intendo in maniera diversa dalla tua, come ho spiegato al precedente quote. la scienza è una metodologia, lo scientismo è la trasformazione da metodologia ad istituzione, che apre le porte all'ideologia trasformando la scienza in religione. quindi lo scientismo lo considero un vero e proprio credo, al servizio della politica, che nell'occidente moderno ha fatto molti proseliti, troppi proseliti...

    un saluto!
  • OFFLINE
    Squarepusher
    Post: 2,683
    Post: 340
    Registered in: 10/8/2004
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Benvenuto
    00 11/17/2005 6:27 PM
    Beh, a me pare che anche le bombe atomiche siano costruite con "scienza vera", genyus. Con la "scienza falsa" al massimo sarà costruito il mio modem, che va in palla ogni 10 minuti. [SM=g27987]

    Comunque non vedo perché accanirsi contro il povero Scientismo. Lui almeno ci ha provato a diventare una religione, prima di essere sputtanato dagli scienziati in primis e dagli altri in seguito.

    Concordo con quanti hanno detto che il bistrattato Scientismo nasce fondamentalmente dall'ignoranza della scienza (che è un mezzo e non un fine).

    Ovviamente, da qua ad insegnare nelle scuole il creazionismo ce ne passa (poveracci gli studenti del Kansas).


    modifica:
    la mia sintassi è morta insieme allo Scientismo.

    [Modificato da Squarepusher 17/11/2005 18.29]

    -----------------------------------
    "Il Governo è la Sezione Intrattenimento del complesso militare-industriale"
    -Frank Zappa
  • OFFLINE
    MauriF
    Post: 10,038
    Post: 1,656
    Registered in: 11/17/2004
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Junior Forum
    00 11/20/2005 2:46 PM

    Guardate sarò ripetitivo, ma io non riesco a veder confutata questa presa di posizione scientifica contro il materialismo:

    xoomer.virgilio.it/fedeescienza/contraditnf.html







    [Edited by mps_rh 6/19/2009 7:41 PM]
    -----------------------------------------

    Diceva Rabbi Yeudà in nome di Rav:"Dodici ore ci sono nel giorno: nelle prime tre il Santo, benedetto sia, si dedica alla Torà; nelle seconde tre giudica tutto il mondo e, quando vede che questo meriterebbe la distruzione, si alza dal trono del Giudizio e si siede su quello della Misericordia...(b'Avodà zarà 3b)
  • OFFLINE
    snupy
    Post: 454
    Post: 234
    Registered in: 12/11/2004
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Benvenuto
    00 12/26/2012 3:38 PM
    Re:
    Tornelius, 23/09/2005 17:12:


    supponiamo anche che io dica ai miei colleghi:"in quella grotta, a causa dell’erosione dell’acqua, della solidificazione dei carbonati e dell’azione del vento, si è prodotta, per caso, la prima terzina della divina commedia".
    non mi prenderebbero per matto?



    e si.
    Perche la terzina della divina commedia e' stata fatta dopo 4.500.000 di evoluzione terrestre e 10000 anni di sovrastruttura culturale umana.

    Invece il carbonato di calcio e' frutto ti un tempo infinito precedente alla terra di circa 15 miliardi di anni,e prima ancora di quello che c'e stato.

    L'errore ste nel far partire tutto lo stesso momento, dallo stesse start.



  • OFFLINE
    snupy
    Post: 454
    Post: 234
    Registered in: 12/11/2004
    Gender: Male
    Scripta Manent...
    Benvenuto
    00 12/27/2012 12:33 PM
    Re:
    MauriF, 20/11/2005 14:46:


    Guardate sarò ripetitivo, ma io non riesco a veder confutata questa presa di posizione scientifica contro il materialismo:

    xoomer.virgilio.it/fedeescienza/contraditnf.html



    Perchè sei troppo pigro per farlo.
    La si puo' confutare ad ogni passaggio.

    Ne prendo uno a caso:


    Il processo logico del materialismo è lo stesso che conduce all'idolatria; infatti l'idolatra crede che l'oggetto (idolo) in certe circostanze abbia una vita psichica, a prescindere dal fatto che esso sia fatto con materiale ordinario



    Esatto: Cosi come l'idolatra credente crede che una reliquia come un dente, un dito, un osso, un telo, un chiodo, una immaginetta, dell'acqua, un'ostia, un bicchiere di vino, abbiano proprietà energetiche e contengano la vita psichica di qualche dio.
    Che assurdita', vero?


    Allo stesso modo il materialista crede che l'oggetto (il cervello) abbia una vita psichica, a prescindere dal fatto che sia fatto con materiale ordinario (elettroni, campi elettromagnetici, ecc.)
    xoomer.virgilio.it/fedeescienza/contraditnf.html



    Il problema e' posto stupidamente, da una posizione riduzionista. Sarebbe come chiamare un manovale, per spiegare come fa a stare in piedi la tour Eiffel o la diga di Assuan.

    Non e' il cervello a produrre una vita psichica, ma il neurone, e la loro aggregazione legata da una rete che riunisce un aggregato di cellule in un organismo unico e organizzato.

    Non e' il cervello a produrre vita psichica, ma il corpo intero, attraverso il cervello, in forma di mente, resa visibile o udibile dal corpo e dalle protesi del corpo.

    Ma la vita psichica non e' sono del neurone, che e' una cellula specializzata nel produrre mente, ma di tutte le cellule, che producono mente in funzione del loro impiego.
    Tanto e' vero che una cellula staminale generica puo' diventare un neurone se messo fra neuroni.

    Ma aggiungiamo che non e' necessario neppure un corpo complesso, perche una sola cellula e' già un corpo complesso, con una vita psichica.
    Procarioti come i batteri, cellune senza nucleo e con pochi elementi costitutivi, sanno benissimo quali sono i tessuti da attaccare, sanno come fare per replicarsi nelle migliori condizioni, e sanno come fare a sopravvivere in funzione della progenie.

    Ma prima ancora della cellula monococco, abbiamo il virus, che non ha neppure un RNA, neppure una menbrana degna di questo nome, ma solo molecole di acido desossiribonucleico aggregate.

    Eppure sa benissimo come arrivare nella cellula che gli permetterà di vivere e replicarsi, mentre non va nella cellula che non gli da spazio, sa adattarsi, sa modificarsi in funzione dell'ambiente, e cambia continuamente aspetto per sfuggire ai suoi nemici.

    Eppure non e' nulla: solo un ombra di materia infinitesimale.

    Non sappiamo se questo si possa dire anche di un cristallo o di un filamento vegetale, ma ciò che possiamo intuire è che la vita psichica e' qualcosa di piu' complesso di cio' che crediamo noi e affonda nelle forze che si muovono in tutto l'universo, non solo dentro un laboratorio, e lo fanno perchè contrastanti e mobili, mosse da se stesse e dalla loro presenza, come energia atomica forte e debole, elettromagnetica e gravitazionale, più altre energie che probabilmente attualmente ci sfuggono, perchè piu sottili o mascherate, ma che a modo loro posseggono una loro logica intrinseca e che non hanno nessun bisogno di sostanze esterne, piu' o meno divine, che dica loro cosa fare.

    Dire che la vita psichica sia solo un fatto umano indica ancor più di quanto sia grande l' arroganza del cristiano, che ancora e' convinto che la creazione sia stata fatta per il proprio uso e consumo, da un dio che non e' altro che la proiezione smodata di tutti i suoi vizi e delle sue ambizioni, delle sue fantasie e del suo desiderio di potenza e dominio assoluto su tutto.

    Ma c'e' di piu'.
    Che a Natale si festeggi la nascita di un bimbo dio, simbolicamente non si fa altro che declamare che il vero dio del mondo e' l'uomo, che si rinnova in ogni bambino che nasce, e che perciò e' eterno fino a che riuscirà a prolificare.

    Se morisse l'ultimo uomo sulla terra, morirebbe anche dio e la sua idea, perchè la natura non ha nessun bisogno di questa invezione prettamente umana.
    DF




    [Edited by snupy 12/27/2012 12:37 PM]