00 1/21/2008 1:47 PM
Proseguo una discussione spostata nella sezione 'dalla A alla Z 'riportando un mio post che ritengo più di pertinenza della sezione TdG che di quella sezione.


Sotto l'aspetto puramente spirituale dobbiamo tener presente che Gesù Cristo fornisce una guida ai suoi discepoli mediante il Corpo Direttivo, lo spirito santo e gli angeli!

Anche se alcuni adoratori di Geova rimanessero temporaneamente isolati dal Corpo Direttivo a causa di persecuzione o cose simili e anche se le Società legali di cui Cristo si serve per contrastare " affanno per decreto" istigato da Satana dovessero essere messe al bando, Cristo continuerebbe a fornire una guida per mezzo dello spirito santo e del sostegno angelico.

Questo risponde all'obiezione risibile di alcuni che, strumentalizzando l'affermazione del CD che le società legali sono utili, ma non indispensabili, negano invece totalmente l'utilità di questa disposizione teocratica, laddove è possibile attuarla.

Come possono questi dissidenti dichiarare di poter trarre beneficio dalla guida di Cristo se poi non l'accettano? Come possono definirsi Cristiano seguaci di Cristo se non lo seguono?

Gesù ha dato alle congregazioni “doni negli uomini”: “alcuni come evangelizzatori, alcuni come pastori e maestri”. (Efesini 4:8, 11, 12)

Il nostro atteggiamento e quello che facciamo nei loro confronti rivelano chiaramente se accettiamo la guida di Cristo.

I dissidenti in questione non si mostrano affatto grati verso gli uomini spiritualmente qualificati che ha dato. (Colossesi 3:15)

Gli anziani meritano anche il nostro rispetto. “Gli anziani che presiedono in modo eccellente siano ritenuti degni di doppio onore”, (1 Timoteo 5:17) E' un modo di onorarli muovendo pretestuose cause legali contro li loro?

Ebe scritturalmente risponde di no citando la scittura “Siate ubbidienti a quelli che prendono la direttiva fra voi e siate sottomessi”. Ma il dissidente MPA nega questa esigenza. (Ebrei 13:17)

Sì, dobbiamo ubbidire loro ed essere sottomessi e arrendevoli nei loro confronti se vogliamo restare nel favore di Geova e del suo Unto.

Gesù Cristo è perfetto. Gli uomini che ha dato come doni no. Così a volte sbagliano. Tuttavia è essenziale essere leali alla disposizione di Cristo.

Intentare causa legale è comunque ribellione e apostasia contro la disposizione teocratica stabilita da Geova e dal Suo unto.

Anzi, per tener fede alla nostra dedicazione e al nostro battesimo dobbiamo riconoscere che l’autorità conferita dallo spirito nella congregazione è legittima e sottometterci volontariamente ad essa.

Cos'è il battesimo nel nome dello spirito santo secondo la dottrina dei TdG? Non è forse vero che i dissidenti in questione l' hanno rigettato?

Il battesimo ‘nel nome dello spirito santo’ è una dichiarazione pubblica che comprendiamo cos’è lo spirito santo e riconosciamo il ruolo che ha nei propositi di Geova. (Matteo 28:19)

Tale battesimo richiede che cooperiamo con lo spirito e non facciamo nulla per ostacolarne l’operato fra i seguaci di Cristo.

I dissidenti causaioli fanno proprio questo, opponendosi all'operato dello spirito santo, apostatando e ponendosi al di fuori della fratellanza mondiale dei TdG, creando dissensi e operando contro
lo spirito santo.

I veri TdG, e non quelli che si presumono tali riconoscono che lo spirito santo ha un ruolo essenziale nella raccomandazione e nella nomina degli anziani, tenengono fede alla loro dedicazione e cooperano con la disposizione degli anziani nella congregazione, ivi incluso lo stabilimento di enti legati costituiti per promuovere e stabilire legalmente la buona notizia.

Sandra.





Sandra.



[Edited by sandraN 1/21/2008 1:48 PM]